La Destra Sociale si incontra a Milano

di Redazione
25 Gennaio 2017
Si avvicinano le elezioni politiche ed anche la destra italiana è in grosso fermento. A prendere l’iniziativa è il movimento Destra Sociale di Luca Romagnoli (già eurodeputato e segretario della Fiamma Tricolore)  e Roberto Jonghi Lavarini (storico esponente della destra missina, conosciuto come il “Barone Nero”) che, settimana prossima a Milano, raduneranno in assemblea una decina di sigle minori, per proporre una unità politica ed una confluenza in Fratelli d’Italia, tramite la convocazione di un congresso costituente.
 
All’appello hanno risposto: Azione Nazionalista, Destra.it, Destra Lombarda, Destra Veneta, Europa dei Popoli, Fiamma Italica, Il Borghese, Il Candido, La Vera Destra, Libertà Nazionale, Unione Patriottica. A benedire l’operazione, “nel segno della continuità ideale e del rinnovamento nella tradizione” (come recita il volantino online ufficiale) “donna” Orsola Mussolini (giovane capo e portavoce della famiglia, figlia di Guido, nipote di Vittorio, quindi, discendente diretta del duce Benito).
 
Ma la destra “dura e pura” riceverà anche il saluto e la benedizione ufficiale delle forze politiche del centro destra: ovviamente da Fratelli d’Italia, con Carlo Fidanza in prima fila, ma anche da Forza Italia e Lega Nord che saranno rappresentate da autorevoli esponenti politici come l’avvocato Gianpaolo Berni Ferrettie l’eurodeputato Angelo Ciocca.
“Unire la destra, intorno a Giorgia Meloni, fare fronte nazionale con la Lega di Matteo Salvini, ricostruire il centrodestra e tornare al buon governo dell’Italia. Questi sono i nostri  obbiettivi” dichiara pacatamente il professor Luca Romagnoli.
“Il vento è cambiato: noi stiamo con i popoli e le nazioni, insieme a Orban e Le Pen, Trump e Putin, contro la plutocrazia mondialista, l’usura bancaria, l’immigrazione selvaggia, il terrorismo islamico, il suicida buonismo della sinistra” aggiunge il vulcanico Roberto Jonghi Lavarini.