Help Christians: il Pirellone illuminato a favore dei cristiani perseguitati

di Redazione
26 Ottobre 2016

ll Grattacielo Pirelli, sede del Consiglio regionale della Lombardia, da questa sera e in occasione dell’evento internazionale di sabato 29 ottobre, si farà pubblico ambasciatore delle sofferenze dei Cristiani perseguitati. Sull’architettura di cristallo comparirà infatti una grande scritta luminosa, visibile da notevole distanza: HELP CHRISTIANS.

L’iniziativa, unica nel suo genere, a sostegno della comunità religiosa maggiormente discriminata al mondo, si inserisce nel solco di altri momenti di testimonianza, come l’illuminazione di rosso di Fontana di Trevi a Roma lo scorso 29 aprile.

 
La Regione Lombardia, in particolare l’Assessorato alle Culture, Identità e Autonomie guidato da Cristina Cappellini, la sezione italiana della Fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre e la redazione de “Gli Occhi della Guerra” sono gli organizzatori dell’evento Help Christians – a sostegno dei cristiani perseguitati. Lo scopo è quello di richiamare l’attenzione nazionale e internazionale sulla persecuzione che affligge milioni di Cristiani in diverse aree del mondo, a cominciare dal Medio Oriente.
 
Il convegno è aperto al pubblico e si terrà a Milano sabato 29 ottobre alle ore 16.00 (Auditorium Gaber di Palazzo Pirelli, Piazza Duca d’Aosta 3, Milano). Nell’ambito dell’incontro, moderato dal giornalista Fausto Biloslavo, porteranno la loro testimonianza il siriano Mons. Mtanios Haddad e l’iracheno Padre Rebwar Audish Basa. Interverranno il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, l’assessore Cristina Cappellini, il Presidente di ACS-Italia, Alfredo Mantovano e l’Amministratore Delegato de IlGiornale.it, Andrea Pontini.

“L’evento Help Christians – ha spiegato l’assessore Cristina Cappellini – si tiene a poche settimane di distanza da un’altra importante iniziativa che ha visto la Regione Lombardia in prima linea nel sostenere la causa dei Cristiani perseguitati, ossia l’approvazione da parte del Consiglio regionale di una mozione, presentata dal gruppo consiliare della Lega Nord, che sostiene la campagna per il riconoscimento della qualifica di genocidio in riferimento alle persecuzioni delle comunità cristiane sotto il giogo dello Stato Islamico. Un passo significativo che speriamo possa, insieme all’evento del 29, scuotere le coscienze dei cittadini, dei media e della politica nazionale e internazionale, che per il momento non stanno prestando al tema in questione la dovuta attenzione”.

“Si tratta di un’iniziativa realmente senza precedenti – ha detto invece il Direttore di ACS-Italia Alessandro Monteduro – per dimostrare vicinanza ai nostri fratelli perseguitati per la fede in diverse aree del mondo. Non hanno voce per richiamare la pubblica attenzione, per cui siamo noi ad avere la responsabilità di prestarla loro. Deve crescere e consolidarsi la consapevolezza delle sofferenze dei Cristiani, e per questo abbiamo deciso di essere al fianco della Regione Lombardia e della redazione de “Gli Occhi della Guerra” per lanciare un messaggio di aiuto rivolto anzitutto alle Istituzioni nazionali e internazionali. E se qualcuno vuole ignorare questo dramma, il Pirellone sarà lì a ricordarglielo”.

“Siamo orgogliosi di prendere parte a questa iniziativa che vuole accendere i riflettori sulla tragedia dei Cristiani perseguitati nel mondo”. – spiega infine Andrea Pontini, amministratore delegato de ilGiornale.it “Grazie ai lettori siamo – ha continuato – stati in Siria, Iraq, Pakistan, in questo momento siamo in Nigeria e tra qualche giorno saremo in Bangladesh per continuare a raccontare questo dramma davanti al quale noi, insieme ai nostri lettori, non chiudiamo gli occhi.”