Torna a Milano e Roma la Scuola di Liberalismo della Fondazione Luigi Einaudi

di Redazione
22 Gennaio 2019
Con il nuovo anno torna la Scuola di Liberalismo della Fondazione Luigi Einaudi. Un modo per guardare il mondo da un’altra prospettiva con personalità di primo piano del mondo liberale, un kit studio e una borsa di studio di mille euro.

Forse mai come oggi il dibattito politico ci vede tutti coinvolti. Certo, i luoghi classici in cui esso si svolgeva un tempo, a cominciare dalle sezioni di partito, sono stati sostituiti da luoghi diversi, per lo più virtuali, dalla televisione ai social media. Oggi poi trionfa una comunicazione rapida basata sulle emozioni più che sul ragionamento. Eppure, la voglia di orientarsi, capire, di conoscere prima di schierarsi e prendere partito, è evidente in una fetta non irrilevante dei cittadini, soprattutto fra i giovani.

Ecco come iscriversi alle edizioni di Roma e Milano

È in primo luogo a costoro che si rivolge la classica “Scuola di liberalismo” della Fondazione Einaudi, che con il ciclo di lezioni di quest’anno vuole offrire ai partecipanti un Lessico della politica, cioè una guida che li aiuti a definire, sia storicamente sia concettualmente, i termini chiave o più usati del discorso politico. Ciò nella consapevolezza che solo dall’uso appropriato del linguaggio possa maturare una discussione franca e onesta prima, e quella consapevolezza critica oggi quanto mai desiderabile poi. Il nostro scopo, lungo la direttrice del noto programma di Luigi Einaudi, Conoscere per deliberare, vuole anche essere quello anche di contribuire a indicare strumenti non effimeri di comprensione alla futura classe dirigente. Nel nostro percorso ci aiuteranno, come docenti, studiosi e esperti riconosciuti e autorevoli, scelti con particolare attenzione alle loro specifiche competenze.

Corrado Ocone – Direttore scientifico Fondazione Luigi Einaudi