Renzi in tv ma sulle reti Mediaset: prove tecniche di alleanza con Berlusconi

di Redazione
6 Luglio 2018

Nella sua enews Matteo Renzi tra le altre cose aveva qualche giorno fa parlato della città di cui è stato sindaco, Firenze, prendendo direttamente posizione su due argomenti che hanno tenuto banco di recente: il ‘suo’ programma tv sul capoluogo toscano e la villa da 1,3 milioni di euro che l’ex premier sta acquistando nella splendida via Tacca, a due passi da piazzale Michelangelo. L’ultimo a dare conferma sulla reale esistenza della trasmissione era stato Lucio Presta. Confermando la notizia, il 26 giugno il manager ha detto che l’ex premier avrebbe deciso a breve se dare o meno la sua voce al programma. Ora però sembrano affiorare nuovi dettagli sulla svolta alla conduzione di Renzi, che potrebbero in tal caso scatenare un terremoto anche politico. Renzi potrebbe infatti approdare sulle reti Mediaset, sempre più vogliosa di tentare lo sfondamento a sinistra e preparare il terreno per una eventuale alleanza tra Matteo e Berlusconi.

Come riporta Business Insider, da settembre alla direzione del Tg4 arriva Gerardo Grecogiornalista ex Rai di area Pd. Sempre su Rete 4 Barbara Palombelli avrà tutte le sere una striscia dalle 20:30 alle 21:15, un programma con ospiti per commentare la giornata politica, in diretta concorrenza con Lilli Gruber.

La ciliegina sulla torta, se andrà in porto, potrebbe essere un accordo con l’ex premier Matteo Renzi che sta progettando una sua trasmissione tv. Da Montecarlo, dove sono stati presentati ieri i palinsesti Mediaset, l’ad Piersilvio Berlusconi ha ammesso: “Ce l’hanno offerta, vediamo se la cosa si concretizza”.