Il Real Madrid elimina la croce dal logo per rispetto degli sponsor islamici

di Redazione
26 Gennaio 2017

Il Real Madrid ha nuovamente cancellato la croce cristiana che decora il suo stemma ufficiale: questa volta per entrare nel mercato dei Paesi arabi del Golfo. In un comunicato la società degli Emirati, Marka, ha annunciato di aver «acquisito in esclusiva i diritti di fabbricazione, distribuzione e vendita dei prodotti che portano il nome del Club madrileno in tutti i Paesi del Golfo: Arabia Saudita, Qatar, Kuwait, Bahrein e il Sultanato di Oman». Khalid al Muheiry, vicepresidente di Marka ha spiegato che «il Real Madrid ha due versioni del suo logo per il mercato del Medio Oriente e Marka utilizzerà il logo privo della croce cristiana al fine di rispettare le sensibilità culturali diffuse nei Paesi del Golfo verso prodotti che portano la croce».

Sulla storica corona borbonica che campeggia sullo stemma societario, infatti, è presente una croce cristiana che, per i prodotti venuti nell’area mediorientale, verrà rimossa. Via, quindi, quella croce minuscola che da quasi un secolo, prima messa da re Alfonso XIII e poi imposta da Francisco Franco, incoronava lo stemma del club.

Il Real Madrid ha così motivato la scelta: “Bisogna stare attenti in quanto ci sono sensibilità culturali da rispettare”. Per la precisione quelle sensibilità valgono 50 milioni di euro con un contratto quinquennale firmato con Adidas per la vendita di materiale tecnico in Medio Oriente.