Udienza di Papa Francesco, si mobilita anche il Comune di Cesena

di Redazione Romagna Futura
20 Aprile 2018

Prima di tutto un gesto di gratitudine e ringraziamento, dopo la storica visita in città dello scorso primo ottobre. Ma anche di profondo rispetto verso la figura di Papa Francesco, verso la sua contagiosa bontà e capacità di arrivare al cuore della gente. Cesena si è già mobilitata e si sta mobilitando per raggiungere il Vaticano per prendere parte, domani mattina a partire dalle 12, all’Udienza speciale del Papa rivolta alle Diocesi di Cesena-Sarsina e di Bologna. E il virtuale ‘gonfalone’ della città romagnola, tra le numerosissime mani (attesi oltre duemila pellegrini dal nostro territorio), sarà retto anche da quelle del Comune.

Nel pomeriggio, firmato dal sindaco Paolo Lucchi, è stato pubblicato e diramato agli organi di informazione un pensiero sull’evento. Parole profonde ed interessanti, giustamente da pubblicare.

«Nella giornata di sabato 21 aprile insieme ai cesenati arrivati a Roma per incontrare Papa Francesco e ricambiare così la sua visita di domenica 1 ottobre – dichiara Lucchi – ci sarò anch’io e buona parte della Giunta comunale: il Vicesindaco Carlo Battistini, gli Assessori Simona Benedetti, Christian Castorri, Francesca Lucchi, Orazio Moretti, Lorenzo Zammarchi, il capo di Gabinetto Matteo Marchi, ognuno accompagnato dalla sua famiglia.

E mentre ci prepariamo a questo nuovo incontro con il Pontefice, tornano vividi più che mai i ricordi di quella breve, ma straordinaria esperienza, che sicuramente ha lasciato un segno in tutti coloro che vi hanno partecipato. Del resto, lo testimonia anche l’alta partecipazione a questa visita a Roma. In particolare, è per me indimenticabile il suo intervento in piazza del Popolo, vera e propria lezione civica e politica, in cui ci ha invitato – con un neologismo davvero efficace – a non ‘balconare’, ricordandoci che ognuno deve essere pronto a rimboccarsi le maniche ed a fare la propria parte, nell’interesse del bene comune intorno al quale si riconosce una comunità.

E quel giorno Cesena, dove pure è da sempre vivo un appassionato senso di partecipazione, si è sentita davvero ancora più comunità, con l’orgoglio degli oltre 900 volontari che si sono mobilitati fin dalle prime luci dell’alba, delle forze dell’ordine che hanno sorvegliato per garantire la sicurezza, di tutti quelli che hanno prestato la loro opera per consentire che tutto andasse per il meglio.

Sabato molti di noi saranno in piazza San Pietro e vivranno sicuramente emozioni altrettanto intense, perché sono certo che ancora una volta le parole di Papa Francesco – sempre semplici, dirette, profonde, spesso sorprendenti – sapranno toccare le menti ed i cuori e saranno un nuovo regalo non solo per i presenti, ma per l’intera città di Cesena».