• 11/11 @ 13:04, RT @francescogiub: Domani mattina dalle ore 8 sarò su La7 a Omnibus per commentare i principali fatti di attualità politica 🇮🇹 #Omnibus #om…
  • 07/11 @ 11:29, RT @ferrante_dbn: @nazione_futura organizza a #Torino un #convegno dibattito sul tema del #globalismo e #sovranismo interverranno @DiegoFus…
  • 05/11 @ 21:09, RT @francescogiub: Domani mattina dalle 9 sarò ad Agorà su Rai3, tema della puntata la #sicurezza 🇮🇹@agorarai
  • 02/11 @ 09:11, RT @francescogiub: In prima pagina su @ilmessaggeroit @ajello63 riprende proposta che ho lanciato su @ilgiornale del 4 novembre festa nazi…
  • 01/11 @ 16:48, RT @OmnibusLa7: Domani dalle 8 @Gia_Passarelli @francescogiub @claudiafusani @elisacalessi @amadori @alessandroamad5 ospiti di @Penna74 #o…
  • 31/10 @ 10:44, RT @francescogiub: Il #4novembre torni ad essere festività nazionale, serve una valorizzazione dei simboli patri italiani lo propongo oggi…

Cesena Calcio, le bandiere storiche si stringono al Cavalluccio

Redazione Romagna Futura di Redazione Romagna Futura, in Cronaca Romagna, del

E’ il momento più complesso per il Cesena Calcio. Il momento in cui 78 anni di grande storia, di coinvolgimento, di tradizione e unicità rischiano seriamente di interrompersi nelle prossime ore. Sì è in attesa della nuova risposta dell’Agenzia delle Entrate alla modifica della transazione fiscale ripresentata, dopo il precedente no di martedì scorso, semplicemente vitale, e per esserlo deve comunque arrivare prima del 30 giugno, per poter pensare di poter ancora salvare la categoria (serie B).

Un cammino complesso, nel frattempo la Procura della Repubblica di Forlì ha anche depositato, come atto dovuto, in Tribunale una richiesta di fallimento per il club. In una situazione del genere, ci si può solo stringere e ribadire che la speranza sia davvero l’ultima a morire. Lo sta facendo un popolo intero, il popolo bianconero: dai dirigenti, ai giocatori, ai tifosi, alle colonne storiche della squadra. E nel pensiero di quattro bandiere per eccellenza del Cesena Calcio, sono chiarissimi i sentimenti predominanti: dispiacere e apprensione. Ecco un’anticipazione delle loro parole:

Alberto Fontana (ex portiere bianconero, oltre 100 presenze con questa maglia): “Da fuori, essendo sincero, sapevo delle problematiche societarie, ma pensavo che il raggiungimento della salvezza sarebbe stato un traguardo sufficiente. Di fronte a questi numeri, ho poi compreso come il percorso sia difficile. Cesena è tradizione, mi augurerò sino alla fine un esito positivo. O, comunque pensando al futuro, il meglio”.

Giampiero Ceccarelli (la bandiera assoluta del club, con le 591 presenze in bianconero): “Mi dispiace tanto, siamo tutti rattristati. Ma dobbiamo avere fiducia, abbiamo ripresentato una domanda di transazione fiscale con quanto richiesto”.

Agatino Cuttone (autore del gol del 2-1 sul Lecce nello spareggio di San Benedetto del Tronto decisivo nel 1987 per la promozione in massima serie): “Provo tristezza e tensione. Spero si riesca a risolvere la situazione”.

Sergio Domini (ex centrocampista bianconero, anche opinionista nelle trasmissioni legate al Cesena): “Brutta cosa per la città, vivo un dispiacere. In caso negativo sono sicuro che in Romagna si ripartirà dal pubblico. Sarà sempre numeroso in qualunque categoria: il rispetto per il calcio di questa piazza è unico. E’ una di quelle 2-3 realtà in B che non ha nulla da invidiare alla massima serie”.

Altri messaggi, nel frattempo, sono arrivati sui social di calciatori che hanno modellato pagine di storia per il club. Nelle scorse, sul proprio profilo Instagram, si è espresso l’ex capitano Davide Succi tra i grandi pretoriani del ‘Bisoli secondo’ (grande salvezza e promozione) aggiungendo un pensiero ad un immagine che assomiglia molto ad un quadro: la maglia bianconera numero 19, quella indossata, lo stemma del Cavalluccio e lo stemma personale, il Cigno. “Ho passato anni fantastici a Cesena e oggi più che mai visto il particolare momento che sta attraversando la città ci tengo a dire DAI BURDEL”. Aveva anticipato tutti infine Dario Hubner, nel firmamento della storia bianconera come miglior bomber di sempre con 77 reti segnate: “Cavalluccio non morirai mai!!!!!!”. Una frase, tanta saggezza e verità. Ma se fosse ancora serie B, sarebbe davvero spettacolo per il Cesena Calcio.

Gianluca Mariotti

Redazione Romagna Futura

Redazione Romagna Futura


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Cultora © 2018, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy