Nizza, Berlino, Londra, Stoccolma: il terrore viaggia su quattro ruote

di Daniele Dell'Orco
8 Aprile 2017

Come riporta Il Tempo, tir, suv e semplici automobili rappresentano ormai l’arma prediletta del terrorismo islamico. È un nuovo tipo di shock da affrontare per gli occidentali, che a causa di queste dinamiche possono davvero sentirsi in pericolo dovunque e in qualsiasi momento. Se infatti gli attentati nei luoghi di interesse o nelle metropolitane hanno contribuito negli anni a far alzare il livello di allerta nei cittadini e nelle istituzioni, gli jihadisti con questa nuova evoluzione del terrore sono passati dalla pianificazione di attacchi esemplari, eclatanti e cervellotici, a un tipo di offensiva molto semplice non solo per la dinamica ma pure per la realizzazione pratica: un terrorista al volante di un mezzo pesante è infatti semplicissimo da mimetizzare, decisamente più di un pilota dirottatore di aerei.

NIZZA, 14 LUGLIO 2016
Almeno 84 persone sono rimaste uccise e un centinaio ferite quanto un camion guidato dal cittadino tunisino Mohamed Lahouaiej Bouhlel si è lanciato contro la folla sul lungomare di Nizza, dove la gente si era raccolta per celebrare la Festa Nazionale della presa della Bastiglia. L’attentatore è stato ucciso dalla polizia.

BERLINO, 19 DICEMBRE 2016
Dodici persone restano uccise in un mercatino di Natale a Berlino, investite da un camion lanciato contro la folla deliberatamente dall’autista, il tunisino Anis Amri, poi ucciso dalla polizia a Milano. Decine i feriti.

LONDRA, 22 MARZO 2017
Un uomo uccide cinque persone, quattro civili e un poliziotto, e ferisce 31 persone prima di essere ucciso a sua volta dalla polizia, nel corso di un attacco terroristico contro il Parlamento britannico a Londra. L’uomo ha cercato di investire decine di persone con il proprio Suv. Considerata l’azione di un lupo solitario, l’attacco si è verificato nel giorno del primo anniversario degli attentati a Bruxelles.

ANVERSA, 23 MARZO 2017
Un uomo di origine francese è stato fermato dopo aver fatto irruzione a tutta velocità con il suo veicolo sulla via pedonale di Anversa, in Belgio. Nel bagagliaio della vettura portava coltelli, una pistola e una lattina dal «contenuto indeterminato», secondo quanto riferito dalle autorità.

STOCCOLMA, 7 APRILE 2017
Almeno tre persone sono rimaste uccise e diverse sono state ferite da un camion sulla Drottninggatan, la principale via pedonale di Stoccolma, capitale della Svezia. La situazione è ancora in evoluzione e si teme che il bilancio possa aggravarsi.