• 07/09 @ 06:44, RT @francescogiub: Questa sera sarò in Puglia a @campuseverest per partecipare a dibattito su giovani intellettuali e giornalisti non allin…
  • 18/08 @ 10:43, RT @francescogiub: Perché per essere #competenti si deve per forza essere #progressisti o di sinistra? Ne scrivo su #nazionefutura https://…
  • 01/08 @ 14:49, RT @martinoloiacono: Bene @francescogiub e @nazione_futura che rilanciano tanti temi abbandonati dal centrodestra. Sono iniziative importan…
  • 01/08 @ 14:48, RT @francescogiub: Oggi su @Libero_official @NinnyVeneziani cita mio articolo a favore eliminazione musei gratis la domenica. Su @ItaliaOgg…
  • 23/07 @ 13:25, RT @ferrante_dbn: La solitudine di #Marchionne, da manager di successo a capro espiatorio di una classe politica inadeguata; @nazione_fut…
  • 17/07 @ 06:32, RT @interrisnews: Iniziativa di @nazione_futura contro le morti sul #lavoro #MaglietteBianche https://t.co/1miO1CfwLQ

La figlia decide di cambiare sesso, il papà deve mantenerla per 3 anni

Daniele Dell'Orco di Daniele Dell'Orco, in Attualità, del

La storia è questa: una ventisettenne decide di adeguare i propri caratteri sessuali per diventare un maschietto. Un iter che dura ben tre anni e durante il quale ha diritto a beneficiare di un assegno di mantenimento da parte del padre. Poi l’iter finisce, i cromosomi cambiano, la ragazza diventato ragazzo acquisisce una certa indipendenza economica e pretende comunque di dover ricevere l’assegno mensile? Al compimento del trentesimo anno di età del figlio, però, il padre si è stancato di mantenerlo e la Cassazione gli ha dato ragione: tre anni, dopo la «rivoluzione» anagrafica, sono sufficienti per vivere nei nuovi «panni» e trovarsi un lavoro.

Così la Suprema Corte, tenendo conto del periodo di adattamento psicologico e sociale necessario a chi passa da un sesso a un altro e deve «prendere le misure» alla nuova vita, ha prima ritenuto congruo l’assegno di 400 euro al mese versato per tre anni dal papà alla figlia per consentirle il «rodaggio» nella sua nuova realtà. Poi però ha rigettato il ricorso della giovane contro la decisione dei giudici d’appello di Roma che avevano riconosciuto il diritto a “ricevere un assegno (incrementato in primo grado, ndr) di 400 euro dal padre fino all’agosto 2016”. Data cioè, della fine del processo di “adeguamento di identità”.

Nel periodo antecedente a quella data, infatti, i magistrati avevano ritenuto che la situazione di dipendenza economica del figlio non fosse dovuta a “inescusabile trascuratezza”, ma alle “difficoltà psicologiche, esistenziali e sanitarie connesse al percorso intrapreso” per cambiare sesso.

La Cassazione ha allora condiviso le conclusioni della Corte d’appello perché, come viene spiegato nell’ordinanza, ha riconosciuto “una situazione di vulnerabilità e di difficoltà psicologica e relazionale legata al difficile processo di adeguamento della propria identità di genere con evidenti conseguenze sull’inserimento sociale e nel mondo del lavoro e quindi nella acquisizione di una posizione di indipendenza economica”. Tuttavia, i giudici di piazza Cavour hanno concluso che, dopo tre anni, “la considerevole distanza temporale dalla conclusione di questo processo sottrae, in difetto di prove contrarie, il richiedente alla pregressa situazione di difficoltà”.

Daniele Dell'Orco

Daniele Dell'Orco

Daniele Dell'Orco è nato nel 1989. Laureato in di Scienze della comunicazione presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, frequenta il corso di laurea magistrale in Scienze dell'informazione, della comunicazione e dell'editoria nel medesimo ateneo. Dirige le testate online Cultora.it e Nazione Futura.it. È collaboratore del quotidiano Libero e del sito Sporteconomy.it, ed è stato editorialista de La Voce di Romagna. Nel 2013 ha pubblicato il libro “Nicola Bombacci. Tra Lenin e Mussolini” e l’ebook “Rita Levi Montalcini – La vita e le scoperte della più grande scienziata italiana” (entrambi editi da Historica), mentre nel 2017 sono usciti in libreria "Non chiamateli Kamikaze" (Giubilei Regnani Editore) e "Città del Messico" (Historica). Dal 2015 è co-fondatore e responsabile dell'attività editoriale di Idrovolante Edizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Cultora © 2018, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy