• 17/07 @ 06:32, RT @interrisnews: Iniziativa di @nazione_futura contro le morti sul #lavoro #MaglietteBianche https://t.co/1miO1CfwLQ
  • 12/07 @ 11:29, Negli ultimi dieci anni in Italia sono morte 13mila persone sul posto di lavoro. Nazione Futura lancia la campagna… https://t.co/8RPlBH7ipW
  • 12/07 @ 10:10, Negli ultimi dieci anni in Italia sono morte 13mila persone sul posto di lavoro. Nazione Futura lancia la campagna… https://t.co/2GJjAxd1Xo
  • 07/07 @ 16:43, RT @ferrante_dbn: @nazione_futura presenta il 12 luglio al @CircoloStampa Torino il libro #VelEni di @amendolaraf modera E. Cigolini interv…
  • 04/07 @ 06:58, Oggi al Grand Hotel Minerva di #Firenze nasce il circolo fiorentino di #nazione si parlerà di #populismo #trump… https://t.co/OLMj5XNarq
  • 13/05 @ 20:59, RT @SimoCosimelli: Nazione Futura, conservatori in un' Italia immobile - https://t.co/FBm8RTcolV @Affaritaliani @nazione_futura @francesco…

Impresentabili, furbetti e miracolati: ecco il nuovo che avanza a 5 stelle

Daniele Dell'Orco di Daniele Dell'Orco, in Attualità, del

Vittoria Bogo Deledda è rimasta in malattia per la bellezza di 243 giorni, in pratica un anno intero. Poi dal giorno della candidatura si è ristabilita per incanto, ha cominciato a girare su e giù per la Sardegna, la sua regione, tenendo comizi in compagnia di Luigi Di Maio, infine è stata eletta a Palazzo Madama. Bogo Deledda era dirigente dei Servizi sociali del comune di Budoni. Toccava a lei valutare pratiche delicate sulle frontiere del disagio, della povertà, dell’emarginazione. Quel ruolo delicato, in cui tocca dire qualche sì e molti no alle richieste di aiuto, la logora e la signora si ammala. La diagnosi è sindrome da burnout, in sostanza superstress da lavoro. L’epilogo a lasciare a bocca aperta. Il 29 gennaio scorso la dirigente malata entra ufficialmente nelle liste pentastellate degli aspiranti senatori. E la malattia svanisce in un amen.

Andrea Cecconi, uno dei cosiddetti candidati “impresentabili” del Movimento 5 Stelle che si erano impegnati a dimettersi dal Parlamento in caso di elezione, non solo non ha rinunciato all’elezione, ma è passato al Gruppo Misto, che in quanto gruppo parlamentare “convenzionale” non prevede rimborsi a nessuno. Nel Gruppo Misto, dunque, Cecconi, eletto coi voti degli italiani a 5 stelle, avrà tutto il diritto di incassare lo stipendio per intero.

Un paio di mesi fa Cecconi era stato uno dei primi parlamentari del M5S scoperti a truccare i documenti sulla restituzione di parte del suo stipendio, come imposto dal suo partito. Cecconi però in quel momento era già nelle liste elettorali, candidato nell’uninominale a Pesaro e in un collegio proporzionale nelle Marche, e non poteva essere rimosso. L’8 febbraio aveva annunciato su Facebook che in caso di elezione avrebbe rinunciato all’incarico, facendo subentrare un altro candidato del Movimento al suo posto. «Noi del MoVimento siamo così. Se facciamo una cazzata togliamo il disturbo e vanno avanti gli altri», scriveva Cecconi, che aveva messo per iscritto il suo impegno in un documento. Commentando la sua promessa di rinunciare all’incarico, il capo politico del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio aveva detto di sentirsi «orgoglioso» di lui.

Alle elezioni del 4 marzo Cecconi è stato eletto, battendo peraltro il ministro degli Interni Marco Minniti, candidato anche lui alla Camera nel collegio uninominale di Pesaro. Dopo l’elezione Cecconi era sparito per settimane. Ora è ricomparso, nel Gruppo Misto della Camera.

Stesso discorso per Carlo Martelli, ex capogruppo al Senato grillino coinvolto in rimborsopoli che il 22 marzo si è presentato a Palazzo Madama per la registrazione. «Sono in attesa che i probiviri si esprimano [Nunzia Catalfo, Paola Carinelli e Riccardo Fraccaro, ndr], hanno 90 giorni per farlo, per il momento sono iscritto al gruppo misto», ha spiegato ai cronisti. Ricordando il “fattaccio” che lo ha letteralmente travolto, non vuole usare la parola «peccato»: «Così sembra qualcosa di irredimibile». Poi ha ammesso: «Abbiamo fatto un grande errore», ma ciascun caso va analizzato «singolarmente». «Io», ha sottolineato, «ho messo in atto tutte le condotte riparatorie possibili».

Graziata invece la riminese Giulia Sarti che dopo essere finita nel caso finti rimborsi e aver accusato l’ex fidanzato Bogdan Tibusche si era autosospesa dal M5s. Il 9 marzo però era presente all’incontro dei neo-eletti all’hotel Parco Principi di Roma, segno di un suo ritorno nel gruppo a pieno titolo. È stato reintegrato nel gruppo anche Emanuele Dessì, neo senatore. Il candidato di Latina che ballava in un video con Domenico Spada, si vantava su Facebook di aver «menato un ragazzo rumeno» e viveva in una casa popolare in affitto a 7 euro e mezzo al mese, non è più considerato “scomodo”. «Dessì sarà iscritto al gruppo M5s perché nulla osta secondo le informazioni in nostro possesso», ha spiegato il capogruppo a Palazzo Madama Danilo Toninelli incontrando il 19 marzo i neo eletti (meeting al quale Dessì non ha partecipato). «Inoltre il suo comportamento rispetto al canone d’affitto testimonia un atteggiamento positivo visto che ha fatto richiesta di passare da un canone agevolato a uno commerciale, quindi pagherà l’affitto come tutti i cittadini».

Daniele Dell'Orco

Daniele Dell'Orco

Daniele Dell'Orco è nato nel 1989. Laureato in di Scienze della comunicazione presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, frequenta il corso di laurea magistrale in Scienze dell'informazione, della comunicazione e dell'editoria nel medesimo ateneo. Dirige le testate online Cultora.it e Nazione Futura.it. È collaboratore del quotidiano Libero e del sito Sporteconomy.it, ed è stato editorialista de La Voce di Romagna. Nel 2013 ha pubblicato il libro “Nicola Bombacci. Tra Lenin e Mussolini” e l’ebook “Rita Levi Montalcini – La vita e le scoperte della più grande scienziata italiana” (entrambi editi da Historica), mentre nel 2017 sono usciti in libreria "Non chiamateli Kamikaze" (Giubilei Regnani Editore) e "Città del Messico" (Historica). Dal 2015 è co-fondatore e responsabile dell'attività editoriale di Idrovolante Edizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultora © 2018, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy