La forza di Giorgia Meloni

di Pasquale Ferraro
29 Maggio 2021

Tolleranza, libertà, pluralità sono solo parole, almeno per la sinistra, pronta sempre a stracciarsi le vesti in qualche manifestazione pubblica o sotto qualche gazebo, ma altrettanto pronta a negare all’avversario ogni diritto. Il principio è sempre lo stesso, quello secondo cui tutto è consentito contro quelli che apoditticamente sono tutti solo dei “ Fascisti”.


 Se poi prendiamo tutta la retorica femminista, il rispetto per le donne, la semplice buona creanza, vale per tutti eccetto per Giorgia Meloni. Contro Giorgia Meloni tutto è lecito. 
La si può insultare, offendere, denigrare sotto ogni punto di vista, perché in fondo Giorgia Meloni è l’esempio plastico di tutto ciò che la sinistra non è e non sarà mai. 


Giorgia Meloni è un manifesto vivente per la destra italiana, per le donne, per le madri, è un simbolo contro ogni retorica femminista, che appunto tale è, mera retorica. Giorgia Meloni è una donna che si è fatta da sola, che ha conquistato con il sacrificio ogni  posizione, che è ad oggi l’unica donna leader di partito, di un partito conservatore ed anche cosa non da poco la Presidente dell’ECR. 


La odiano proprio per questo, perché la Meloni è la verità dinanzi a cui cessa ogni impalcatura elucubrativa su cui la sinistra ha edificato la propria retorica. Non ci sono quote rosa che tengano davanti al successo di chi ha sgominato e lottato dimostrando con il proprio valore giorno per giorno e conquistando la fiducia degli italiani e degli elettori di destra.


 Ha sdoganato ponendolo nel simbolo del proprio partito alle ultime elezioni europee la definizione di “Conservatori” mettendo fine al più grande esodo politico nella storia italiana. 


Ma è probabilmente il prossimo passo quello che i postulanti temono di più, la Meloni Presidente del Consiglio. Si per loro è un incubo, il solo pensarlo li devasta. 
Hanno provato a ironizzare e schernire la sua autobiografia, eppure eccola lì in cima alle classifiche, con quel titolo che sa di profezia “ Io sono Giorgia “ lei si, voi no.