Fico affossa il Green Pass “esentando” i politici

di Daniele Dell'Orco
22 Luglio 2021

Ad affossare come linea di principio il Green Pass ci pensano gli stessi che nella cabina di regia di oggi dovrebbero approvarlo per regolamentare gli spostamenti e gli ingressi nei luoghi chiusi e negli eventi dei singoli cittadini: i politici. Il presidente della Camera Roberto Fico si dichiara contrario all’ipotesi di rendere il Green Pass obbligatorio per accedere a Montecitorio, utilizzando le stesse argomentazioni che usano molti di quelli che si oppongono al suo utilizzo “civile”: “In questo momento non ci ho pensato, il nostro problema rispetto all’aula e alle tribune è il distanziamento. Non mi sento molto vicino alla posizione di dire qui dentro si entra solo con il Green Pass”, ha detto il presidente Fico rispondendo ad una domanda di una giornalista nella cerimonia del Ventaglio. Ha sottolineato: “È impossibile chiedere ai parlamentari chi si è vaccinato e chi no, è una questione che non c’è”.

In che senso sarebbe “impossibile” chiederlo ai parlamentari ma possibile chiederlo a chiunque altro?
In che senso l’uso del Green Pass per entrare nei luoghi al chiuso debba essere un tema per gli italiani ma non per chi ogni giorno entra in un luogo chiuso come Montecitorio?

Il Presidente della Camera ha espresso inoltre il suo dissenso in merito alla proposta di Confindustria sull’obbligo del Green Pass per accedere ai luoghi di lavoro. Fico, interpellato per esprimere la suo opinione, ha detto: “Ho sentito la proposta di Bonomi: non mi trovo d’accordo”, e ha aggiunto “Il governo sta lavorando. Vedremo cosa verrà fuori dalla cabina di regia”.
“Io sono vaccinato con con due dosi. Spero la campagna vaccinale possa proseguire nel modo migliore anche informando, ascoltando, comprendendo. Penso che l’ascolto sia fondamentale”, ha concluso.

Due pesi e due misure. Il modo migliore per convincere le milioni di persone che ancora sono a dir poco scettiche sul vaccino e ancor più sulle modalità di contrasto alla pandemia messe in atto dal Governo.