Il Giappone alza bandiera bianca: le Olimpiadi saranno senza pubblico per colpa del covid

di Daniele Dell'Orco
9 Luglio 2021

La XXXII Olimpiade si svolgerà senza spettatori. Lo ha ufficializzato oggi il primo ministro giapponese, Yoshihide Suga, dopo che il Governo nipponico ha decretato un nuovo stato d’emergenza per la città di Tokyo, dovuto all’aumento dei casi della pandemia. Il provvedimento entrerà in vigore lunedì 12 luglio e durerà fino al 22 agosto. Di fatto includendo anche il periodo in cui si svolgeranno i giochi olimpici, ovvero dal 23 luglio all’8 agosto. Questa edizione dei giochi olimpici ha rischiato di non essere disputata. Tokyo 2020 era in calendario in Giappone dal 24 luglio al 9 agosto 2020, ma a causa del Covid ha prima rischiato la chiusura, poi le date sono state posticipate di un anno.

Il premier Yoshihide Suga nell’annunciare l’estensione dello stato d’emergenza per la capitale Tokyo, tre prefetture adiacenti, ovvero Chiba, Kanagawa, Saitama e la prefettura di Osaka, ha comunque lasciato aperta una possibilità di revocare il provvedimento in caso di miglioramento della situazione epidemiologica. Per la capitale giapponese si tratta del quarto stato di emergenza dall’inizio della pandemia e quello odierno è il diciannovesimo giorno consecutivo di aumento dei contagi. Solo nelle ultime 24 ore la Tokyo ha registrato 896 nuovi casi di coronavirus, con un aumento del 26,9% rispetto alla media giornaliera degli ultimi sette giorni.

Alle Olimpiadi sarà consentita la presenza di pubblico solo nelle località lontane da Tokyo. Ammessi gli spettatori (di giorno, niente sessioni serali) soltanto a:

Fukushima: baseball + softball
Miyagi e Ibaraki: calcio.
Shizuoka: ciclismo su pista (a Izu, città a 150 km da Tokyo) + gara su strada e cronometro (a 99 km da Tokyo).
Per Sapporo e Hokkaido (calcio, maratona e marcia), decideranno in seguito.

Il presidente giapponese Hoshimoto ha commentato: “E’ un peccato che i Giochi si svolgano con queste limitazioni, chiedo scusa a chi aveva acquistato i biglietti”.

Lo stato di emergenza entrerà in vigore il 12 luglio e resterà fino al 22 agosto. Bar e ristoranti non potranno servire alcolici e dovranno chiudere entro le 20:00. In Giappone si è a lungo discusso se posticipare o addirittura cancellare le Olimpiadi a causa dell’aumento dei casi Covid. Alla fine è giunta del decisione del governo: “Prendendo in considerazione l’effetto delle varianti del coronavirus e per non lasciare che i contagi si diffondano nuovamente nel resto del Paese, dobbiamo rafforzare le nostre contromisure”, ha spiegato il primo ministro.