Autore: Francesco Maria Civili

I limiti della dottrina gnostica

di Francesco Maria Civili, 14 Luglio 2021

Il neo-gnosticismo contemporaneo è senza dubbio uno dei tratti caratteristici del senso comune del nostro tempo, ma ha anche i suoi problemi, che sono tutt’altro che trascurabili. Proviamo a evidenziarne alcuni, mettendo il pensiero gnostico sotto la lente di quello cattolico. Il primo problema non da poco emerge se si fa attenzione alle premesse metafisiche.…


Il pensiero cattolico e il neo-gnosticismo: caratteristiche e genealogia dello gnosticismo

di Francesco Maria Civili, 25 Giugno 2021

Un paio di settimane fa, mi capitò sott’occhio un articolo pubblicato su Il Foglio dal titolo Da QAnon ai woke, la matrice gnostica delle guerre culturali americane; l’autore di questo pezzo si proponeva di evidenziare la presenza del pensiero gnostico nelle attuali correnti estreme della Destra e della Sinistra americana, riuscendoci molto efficacemente. Questa riflessione…


La conversione religiosa è davvero un fenomeno banale? / 3

di Francesco Maria Civili, 14 Aprile 2021

La terza parte è dedicata alle riflessioni finali in chiusura dell’articolo, tra cui tengo a commentare due punti a mio giudizio fondamentali. Innanzitutto, è interessante osservare come l’autrice metta in evidenza la maggiore comunanza che il mondo cristiano ha con quello musulmano, piuttosto che con il mondo occidentale post-cristiano: «Potevo capire quanto musulmani e cristiani…


La conversione religiosa è davvero un fenomeno banale? / 2

di Francesco Maria Civili,

Dopo aver concluso gli studi e aver ottenuto l’abilitazione al giornalismo, l’autrice andò a lavorare un anno in Tunisia per cinque diversi giornali arabi e lì poté conoscere in prima persona le società musulmane. La giornalista lavorò anche con le minoranze cristiane lì presenti, le quali ovviamente vivono con grande timore la propria fede: sono…


La conversione religiosa è davvero un fenomeno banale? / 1

di Francesco Maria Civili,

Spesso quando a livello mediatico si parla di “conversione religiosa”, si tende ad affrontare tale tematica con una certa leggerezza, ricoprendola della solita retorica che riconduce tutto al “miracolo”, ma che finisce per banalizzare il fenomeno e ridurlo a una questione confessionale. Lungi dal voler essere il solito e ripetente inno a una testimonianza di…


Cristianesimo e capitalismo: teologia ed economia

di Francesco Maria Civili, 15 Agosto 2020

In Deuteronomio (23, 20-21) sta scritto: “Non farai al tuo fratello prestiti a interesse, né di denaro né di viveri né di qualunque cosa che si presta a interesse. Allo straniero potrai prestare a interesse, ma non al tuo fratello, perché il Signore, tuo Dio, ti benedica in tutto ciò a cui metterai mano, nella…


Cristianesimo e capitalismo: l’errore di Weber

di Francesco Maria Civili, 7 Agosto 2020

Ne “L’etica protestante e lo spirito del capitalismo” (1904-1905), Max Weber affermava che alla base del processo di razionalizzazione che caratterizzava l’età contemporanea in campo politico (Stato burocratico) e in campo economico (sistema capitalistico) ci fosse un evento in particolare, la Riforma protestante (1517). Questo perché la dottrina luterana sosteneva che il fedele fosse strumento…


Cristianesimo e capitalismo: l’economia nel Medioevo

di Francesco Maria Civili, 2 Agosto 2020

Ancora oggi è molto diffusa l’idea che il sistema capitalistico si sia sviluppato esclusivamente nell’età moderna e nei Paesi dell’Europa settentrionale (Olanda o Gran Bretagna), per diverse ragioni: religiose (etica protestante), politiche (il valore della proprietà privata affermata per esempio dalla Magna Charta inglese) ed economiche (i grandi traffici commerciali nell’Atlantico tra Sei e Settecento).…