Cancel culture: la rinascita dello stalinismo ai giorni nostri

di Nikola Kedhi
29 Giugno 2020

Ogni disco è stato distrutto o falsificato, ogni libro è stato riscritto, ogni immagine è stata ridipinta, ogni statua e ogni edificio è stato rinominato, ogni data è stata modificata. E il processo continua giorno per giorno e minuto per minuto. La storia si è fermata. Nulla esiste tranne il presente senza fine in cui il Partito ha sempre ragione”.

George Orwell – 1984

Questi sono stalinisti! Non c’è altra parola per descrivere gli attuali terroristi che vandalizzano l’Occidente, non diversi dai terroristi islamici che distruggono i siti storici e culturali. Questo fenomeno si chiama cancel culture ed è amato dalla sinistra.

Una miscela malvagia di anarchici, comunisti, socialisti e criminali è stata scatenata per le strade degli Stati Uniti e delle principali città d’Europa. Il loro obiettivo è la distruzione di ogni pezzo di cultura e storia dell’Occidente. L’intero scopo della loro esistenza è abolire il capitalismo, ripristinare il comunismo e cancellare l’Occidente come lo conosciamo attualmente. La sinistra vuole un mondo senza identità, senza confini e senza anima, perché è così che può controllare le masse. È così che può governare senza opposizione. Sanno che una nazione con identità, con un profondo senso di responsabilità, di radici culturali e patriottiche, di amore per il paese, è forte. Sanno che i legami storici sono potenti e non si rompono facilmente. Quindi, iniziano distruggendo la storia pezzo per pezzo. Il primo passo per liquidare un popolo è cancellare la sua memoria, i suoi libri, la sua storia e cultura. Quindi, scriveranno nuovi libri, creeranno una nuova storia e una nuova identità che si adatta alle loro esigenze. Questa è una parte dei rivoltosi, a cui si uniscono criminali di strada che si approfittano del caos. Dobbiamo capire che in questo conflitto ci sono gli organizzatori, la sinistra estrema con i donors miliardari e i partiti ufficiali, e poi ci sono i soldati senza cervello, i militanti gli anarchici e i criminali di strada.

Questi gruppi di sinistra non conoscono limiti. Sono spietati con chiunque non sia loro. E se dici una parola che non approvano, sei finito. Ciò è stato più che chiaro con gli editori di giornali progressisti licenziati per essersi allontanati dalla linea editoriale della sinistra. Ciò che è spaventoso è l’effetto che hanno sul fragile e disinformato. Il giornalista conservatore americano Tucker Carlson mostrò un video di una ragazza che attaccava la sua famiglia perché erano contro l’organizzazione terroristica Black Lives Matter. La ragazza stava rinnegando i propri genitori e parenti, in un video orrendo pubblicato sui suoi social media. Il lavaggio del cervello aveva avuto successo nel caso della ragazza e la sinistra aveva riuscito di fare una delle cose più spregevoli e orrendi che siano mai esistiti: il minare l’unità di una famiglia. La famiglia è il nucleo della società; quindi, sanno che se lo attaccano, la società cade. La sinistra sta cercando di cancellare la storia e la cultura e, cosa più importante, ma meno visibile, cancellare la famiglia.

In secondo luogo, questi terroristi cercano di annientare l’eredità dell’Impero greco, romano e britannico, le loro opere d’arte, letteratura e filosofia. Hanno in programma di cancellare dalla memoria l’impresa di grandi uomini che hanno cambiato il corso della storia in meglio. Intendono distruggere la terra dei liberi e degli audaci, della meritocrazia e delle opportunità, dei sogni e del successo: gli Stati Uniti. Come tutti gli esseri che non possono creare, ma solo distruggere, la sinistra ha un profondo odio per tutte le cose buone che l’umanità abbia mai creato. Questa è la seconda ragione del loro movimento di annullamento della cultura.

Questo complesso che hanno sviluppato nel corso dei secoli ha reso la sinistra più violenta, malvagia e spietata. Nel tentativo di distruggere o rubare ciò che gli altri hanno creato, ha compiuto i crimini più eclatanti e imperdonabili. Proprio come un criminale, cerca di eliminare qualsiasi prova dei suoi crimini. La storia mostra lo spargimento di sangue e il terrore dei giacobini, la mentalità criminale di Karl Marx, gli omicidi di ogni dittatore comunista e di sinistra come Vladimir Lenin, Joseph Stalin, Adolf Hitler, Benito Musolini, Mao Ze Dong, Josip Bros Tito, Enver Hoxha, Fidel e Raul Castro, Che Guevarra, Nicolas Maduro e la tirannia, la tortura e la carestia che hanno portato. La sinistra sa di aver dato al mondo solo morte, disperazione e dolore.

In questo contesto, non dovrebbe sorprendere il fatto che stiano cercando di cancellare qualsiasi prova dell’esistenza di George Washington, Thomas Jefferson, Alexander Hamilton, Cristoforo Colombo, Winston Churchill o persino Indro Montanelli in Italia. Questi sono tutti uomini che rappresentavano la libertà, l’arte, il valore e l’amore per il paese. La sinistra disprezza tutto ciò. Via col vento ha dato l’Oscar alla prima donna di colore, ma a loro non importa. Perché migliori rapporti razziali non sono l’obiettivo della sinistra. E le masse che seguono la sinistra non sono in grado di pensare. È difficile per loro capire che se non fosse stato per Churchill, Adolf Hitler avrebbe ucciso tutte le persone di colore, ebrei e omosessuali. Se non fosse stato per Lincoln e il Partito repubblicano, probabilmente gli schiavi esisterebbero per secoli dopo. Cosa fece Colombo che era così razzista? Qual è stato il peccato di Churchill? Cosa c’è di così sbagliato in Via col vento? Niente! Una gran parte di questi aggressori non sa nemmeno chi era Churchill o Ulysses S. Grant. Stano attaccando anche monumenti di personaggi che hanno combattuto control il razzismo, in una follia che appare senza limiti. Tutto questo è solo un pretesto per realizzare finalmente il sogno della sinistra di un mondo senza identità.

Lo scopo di questi vandali è creare un mondo senza razzismo e distruggere oggetti legati ai razzisti? Quindi dovrebbero iniziare con il Partito Democratico degli Stati Uniti. Proprio quello che era contro l’abolizione della schiavitù e un sostenitore del KKK. Dovrebbero chiedere spiegazioni a Joe Biden, accusato di essere un segregazionista. Perché non parlare contro Mohamed, che era proprietario e commerciante di schiavi? Perché non cambiare il nome di Yale University, che ha preso il nome da un proprietario e commerciante di schiavi? Perché Black Lives Matter non ha fatto niente per fermare la violenza nelle comunità di colore che si ammazzano tra essi in numeri che sono tragici? Queste masse senza cervello fanno niente di questo perché non è nell’agenda dei loro burattinai.

Eppure c’è speranza. Di fronte a tutto il massacro, il saccheggio e la distruzione, stanno valorosamente i conservatori, i patrioti, coloro che amano la libertà di espressione, la conservazione della natura, la protezione della famiglia, il rispetto della tradizione, l’ammirazione per la storia e temono solo Dio. I conservatori creano, scrivono, costruiscono, sostengono la pace, cercano il pensiero critico, valorizzano la meritocrazia e riveriscono la bellezza. Questo fa sì che la sinistra abbia un profondo complesso di inferiorità, perché non è in grado di fare nulla di tutto ciò e di conseguenza non capiscono.

Negli Stati Uniti, solo uno è in difesa di questi valori e questo è Donald Trump. Se non vincerà a novembre, possiamo aspettarci che la polizia venga sconfitta e che i radicali vengano incoraggiati. Il mondo diventerà un luogo più razzista perché la segregazione continuerà. Verranno applicate le tasse sulla ricchezza e verranno sequestrate le proprietà private. Tutti i bianchi saranno dichiarati colpevoli fino a prova contraria. Solo i discorsi approvati dalla sinistra saranno consentiti nelle università e nei media. La correttezza politica supererà ogni parte della società, mentre il due process scompare.

Il crimine aumenterà a causa della riduzione della polizia e i criminali che saranno stati arrestati verranno rilasciati. Queste cose stanno già accadendo in Minnesota.

Le tasse, la spesa pubblica aumenteranno, cosi come il debito pubblico. L’economia degli Stati Uniti sarà strangolata, simile a quella europea attualmente.

Dittature come la Russia, la Cina e l’Iran saranno incoraggiate e aumenteranno i loro tentativi di dominare il mondo.

Sarà un futuro cupo per chiunque desideri libertà, patria e capitalismo. Tuttavia, la cosa buona è che per la prima volta, la sinistra sta esponendo la sua vera faccia. I media mainstream, le élite di Hollywood, i falsi filantropi e i miliardari lo stanno permettendo. I media sono profondamente corrotti negli Stati Uniti e anche in Europa. Hanno solo l’obiettivo di distruggere Donald Trump e faranno di tutto per riuscirci.

Lasciamoli andare all’estremo. Permettiamo a loro e ai politici che li sostengono di parlare di comunismo e distruzione, e come odiano le nostre culture. Le persone vedranno la loro vera natura e le respingeranno. Lasciamo che mostrino al mondo che sono ridicoli nelle loro cattive ricerche. Lasciateli costruire false repubbliche comuniste nel mezzo delle città, come stanno facendo a Seattle, dove almeno hanno finalmente scoperto che i confini funzionano costruendo una recinzione per contrassegnare il loro paradiso comunista. Vediamo quanto dura la loro utopia quando scoprono che devono lavorare, produrre e commerciare per prosperare. Un’altra prova che le fantasie economiche della sinistra non funzionano.

Questa sarà l’unica cosa positiva che verrà fuori da questo. Ogni politico, attivista o sostenitore di sinistra sarà per sempre marchiato dal saccheggio e dalla distruzione e le persone che pensano per se stesse li respingeranno come emissari del male. Ciò porterà alla vittoria di Donald Trump, che è l’ultimo ostacolo nel tentativo della sinistra di un mondo senz’anima. Spetta a tutte le brave persone del mondo unirsi a lui nella sua battaglia, che alla fine è anche nostra.

Infine, voglio chiudere con un grande uomo dei nostri tempi, un filosofo che apprezzava la bellezza, la tradizione e la cultura, Sir Roger Scruton:

“Il conservatorismo parte da un sentimento che tutte le persone mature possono facilmente condividere: il sentimento che le cose buone vengono facilmente distrutte, ma non facilmente create. Ciò è particolarmente vero per le cose buone che ci vengono fornite come beni collettivi: pace, libertà, legge, la civiltà, lo spirito pubblico, la sicurezza della proprietà e della vita familiare, in cui dipendiamo dalla cooperazione degli altri senza avere alcun mezzo per ottenerla. Per quanto riguarda tali cose, l’opera di distruzione è rapida, facile ed esaltante; l’opera della creazione è lenta, laboriosa e noiosa. Questa è una delle lezioni del ventesimo secolo ed è anche una delle ragioni per cui i conservatori soffrono di tale svantaggio quando si tratta di opinione pubblica. La loro posizione è vera ma noiosa, quella dei loro avversari eccitante ma falso”.