• 11/11 @ 13:04, RT @francescogiub: Domani mattina dalle ore 8 sarò su La7 a Omnibus per commentare i principali fatti di attualità politica 🇮🇹 #Omnibus #om…
  • 07/11 @ 11:29, RT @ferrante_dbn: @nazione_futura organizza a #Torino un #convegno dibattito sul tema del #globalismo e #sovranismo interverranno @DiegoFus…
  • 05/11 @ 21:09, RT @francescogiub: Domani mattina dalle 9 sarò ad Agorà su Rai3, tema della puntata la #sicurezza 🇮🇹@agorarai
  • 02/11 @ 09:11, RT @francescogiub: In prima pagina su @ilmessaggeroit @ajello63 riprende proposta che ho lanciato su @ilgiornale del 4 novembre festa nazi…
  • 01/11 @ 16:48, RT @OmnibusLa7: Domani dalle 8 @Gia_Passarelli @francescogiub @claudiafusani @elisacalessi @amadori @alessandroamad5 ospiti di @Penna74 #o…
  • 31/10 @ 10:44, RT @francescogiub: Il #4novembre torni ad essere festività nazionale, serve una valorizzazione dei simboli patri italiani lo propongo oggi…

Esteri


Bolsonaro a valanga in Brasile, ma la sinistra prepara il fronte unico

Daniele Dell'Orco di Daniele Dell'Orco, in Esteri, del

Nonostante non fosse sostenuto da un grande partito e avesse speso considerabilmente meno degli altri partiti in campagna elettorale, il 63enne ex militare Bolsonaro è arrivato al 46 per cento dei voti e andrà al ballottaggio con Fernando Haddad, esponente del Partito dei lavoratori (PT: il partito degli ex presidenti Luiz Inácio Lula da Silva e…

Il fronte eurocritico avanza nei sondaggi: ora Bruxelles trema

Redazione di Redazione, in Esteri, del

Con la spaccatura interna al Ppe all’indomani delle sanzioni comminate all’Ungheria di Orban, il fronte eurocritico avanza sia nei numeri che nei sondaggi. Le elezioni europee sono alle porte e il rischio concreto è quello di sovvertire gli equilibri del Parlamento Europeo di Bruxelles. Come riporta su Libero Elena Barlozzari, “Europa della libertà e della…

Verso la nascita del Partito sovranista europeo

Daniele Dell'Orco di Daniele Dell'Orco, in Esteri, del

Oggi il Parlamento europeo voterà una risoluzione che chiede di attivare l’articolo 7 del Trattato contro l’Ungheria. Il Partito popolare europeo rischia così di frantumarsi e di dover passare i prossimi mesi, fino alle elezioni Europee, a raccogliere i cocci. Da una parte chi sta con il premier ungherese e non disdegna un dialogo con…

Libia, se Tripoli chiede aiuto l’Italia ha l’obbligo di intervenire

Fabio S. P. Iacono di Fabio S. P. Iacono, in Esteri, del

L’ambasciata d’Italia a Tripoli è stata evacuata. In questo momento restano solamente pochi dipendenti incaricati della presenza dipolomatica necessaria italiana. La Farnesina ha reso noto che “la sede resta aperta, ma con una presenza più flessibile, in base alle questioni legate alla sicurezza: Non aveva senso lasciare personale che non aveva possibilità di agire, vista…

La Turchia è incompatibile con l’Unione Europea

Fabio S. P. Iacono di Fabio S. P. Iacono, in Esteri, del

Andrew Brunsen, pastore evangelico, cittadino americano originario della North Carolina, è da ventitré anni in Turchia e dal 2016 nelle sue carceri, un tribunale ha respinto l’appello per la liberazione, accusato dal governo di Recep Tayyip Erdogan di complicità nel fallito colpo di stato di quell’anno, di sedizione e legami con il leader religioso Fetullah Gulen che vive…

Regno Unito, i conservatori vincono su tutti i fronti

Fabio S. P. Iacono di Fabio S. P. Iacono, in Esteri, del

“Il sogno della Brexit sta morendo” ha commentato Boris Johnson dopo le dimissioni. “Quel sogno sta morendo soffocato da insicurezze superflue”, ha proseguito l’ex ministro. Il Regno Unito a suo giudizio ha finito per rimandare “decisioni cruciali” come prepararsi per un’ipotesi di “no-deal Brexit”, cioè una Brexit senza accordo con l’Unione europea. Ha avvertito che,…

Macron il moralista che ci aizza contro gli jihadisti libici

Redazione di Redazione, in Esteri, del

Dopo le immagini che erano iniziate a circolare lo scorso aprile tornano a bruciare le bandiere tricolori in Cirenaica, nella fetta di Libia sotto il controllo del generale Khalifa Haftar, capo di stato maggiore dell’esercito libico che fa ancora capo alle autorità di Tobruk. A scatenare le ire di Haftar il rinnovo degli accordi tra…

La scacchiera politica mediorientale in un microcosmo siriano

Fabio S. P. Iacono di Fabio S. P. Iacono, in Esteri, del

La piccola grande Siria è attualmente un microcosmo mondiale che confuta quotidianamente il riapparire ad intermittenza di teorie accademiche, obsolete, intorno alla “fine della storia”, o peggio ancora sull’anacronismo delle identità politico-culturali nazionali e continentali. A nord est della Siria, al confine con la Turchia, si trova la zona di Qamishli, la capitale di fatto…

Che fine ha fatto Federica Mogherini?

di Michele Schiavi, in Esteri, del

È difficile persino dare un voto all’Unione Europea sulle ultime vicende in materia di politica estera. Sicuramente un’insufficienza piena, dal 4 in giù. Il riferimento particolare è all’accordo con l’Iran raggiunto (molto faticosamente) nel 2015 dopo lunghe trattative iniziate addirittura nel 2003.  Ma il Presidente Trump, sia per la sua necessità di distinguersi da Obama…

Cultora © 2018, Tutti i diritti riservati | Historica di Francesco Giubilei - Via P.V. da Sarsina, 320 - Cesena (FC) - P.I. 04217570409
Privacy Policy