Autore: Marco Bachetti

La piazza di Milano e il ritorno di Gelasio

di Marco Bachetti, 19 Maggio 2019

Neanche la Dc si sarebbe mai sognata di concludere un comizio elettorale invocando la protezione dei Santi Patroni d’Europa e consacrando l’Italia al cuore immacolato di Maria. Il partito dei cattolici si dichiarava aconfessionale e teneva separate fede cristiana e dimensione politica. Quello che è accaduto sabato sotto il Duomo di Milano è fortemente evocativo…


Ripensare la rappresentanza: la democrazia diretta e la lezione di Mortati

di Marco Bachetti, 13 Gennaio 2019

Gli antichi greci avevano individuato essenzialmente tre forme di governo, destinate a ruotare tra loro dal momento che a ciascuna di queste forme era connaturata la relativa degenerazione. Il governo di uno solo (monarchia), il governo di pochi (oligarchia), il governo di tutti (democrazia). Secondo Polibio, la Repubblica romana aveva organizzato il suo governo adottando…


La Lega non è un partito populista

di Marco Bachetti, 2 Luglio 2018

La Lega non è un partito populista. Posta così, senza le dovute argomentazioni, può sembrare un’affermazione ardita dal momento che gli stessi esponenti leghisti, Salvini in testa, non si fanno problemi ad intestarsi questo epiteto. Anzi, la patente di populista è percepita ormai come un titolo di merito. Chi sta dalla parte del popolo contro…


Risposta a Michele Serra: la cultura come valore borghese

di Marco Bachetti, 23 Aprile 2018

Ho frequentato il liceo classico al centro di Roma, figlio di quella borghesia colta che educa al “rispetto delle regole” e, soprattutto, alla “padronanza dei gesti”. I professori figli del ’68 ci dicevano che eravamo privilegiati e che saremo diventati classe dirigente di questo Paese: stimolavano la competizione, favorivano l’esclusivismo della cultura, decisamente più inclini…


Il bluff delle liste elettorali che invocano l’Europa: l’unica vera sfida è tra democrazia o oligarchia

di Marco Bachetti, 22 Febbraio 2018

Nell’epoca dei partiti trasformati in movimenti elettorali, dei simboli ridotti a brand, della politica influenzata dalle strategie di marketing, è dato grande risalto agli slogan e una gigantesca visibilità ai front(wo)men i cui nominativi hanno ormai sostituito in pianta stabile i vecchi simboli nei contrassegni elettorali. Poco, pochissimo risalto è stato invece attribuito ai nomi…


Il Centro Studi Minas Tirith presenta un ciclo con 5 nuovi incontri

di Marco Bachetti, 24 Ottobre 2017

Tornano gli incontri di formazione organizzati dal Centro Studi Minas Tirith, il think tank di orientamento conservatore e popolare. Dopo il successo di Ecce homo. La sfida dell’umano al transumano, ciclo di incontri della scorsa stagione incentrato sulla difesa dell’umanesimo integrale da una visione nichilista e nemica dell’uomo, il Cs Minas Tirith organizza per la…


Come valorizzare se stessi e il proprio paese: i ragazzi della Tonnara di Scopello

di Marco Bachetti, 14 Agosto 2017

Festina lente, affrettati lentamente, soleva ripetere l’Imperatore romano Augusto. Un ossimoro particolarmente azzeccato per descrivere questi giorni feriali di interminabili e lentissime code lungo le strade della nostra meravigliosa Italia. La fretta di godersi finalmente qualche settimana di riposo deve spesso arrendersi dinanzi alla sclerosi collettiva che circonda come un’aura le più conosciute località balneari.…


È incauto definire perdente il conservatorismo sociale di Theresa May

di Marco Bachetti, 10 Giugno 2017

Si cade spesso nel facile tranello di assoggettare i dati di fatto alle proprie convinzioni ideologiche. E così alcuni sedicenti conservatori europei, rimasti legati al liberalismo thatcheriano e alla Big Society di Cameron, incolpano Theresa May di essere andata incontro a una sconfitta evitabile a causa delle sue posizioni troppo “sociali”. È necessario innanzitutto fare…


Con il sistema elettorale tedesco l’Italia finisce davvero nella palude

di Marco Bachetti, 30 Maggio 2017

Dalle ultime indiscrezioni trapela che il sistema elettorale tedesco proposto da Forza Italia abbia messo d’accordo anche gli altri due maggiori partiti, Pd e Movimento 5 Stelle. In settimana la legge elettorale arriverà in aula e sembra che il Tedeschellum possa trovare un’ampia convergenza. Trapiantare un sistema del genere in Italia è semplicemente una follia,…